header_sx.gif lupo005.gif
header_dx.jpg
Immagini ed emozioni dal cuore di un Lupo.
:: LAVORO: TUTTO QUELLO CHE..... | | visite 504883 dal 24/03/2005 (oggi 22)

Home
Perchè Lupo
Chi sono
Lupetta
La Mia Africa
Epistole Africane
CAPODANNO AFRICANO
Immagini Africane
Arte Africana come dono
Nostalgia
Passioni e vita
Ciao Papà....
SABRINA un Amore in Viaggio. Un Viaggio d'Amore
Cindy
GIALLO MIMOSA - GIALLO DONNA
LAVORO: tutto quello che.....
GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
NONNI MERAVIGLIOSI
Una bella lettura per iniziare la giornata
Pillole di saggezza
Gioia e Sofferenza
TRISTEZZA
NON SOLO BIANCO....NON SOLO NERO....
DIFFAMAZIONE che arriva dall'arroganza?
ALEX GUARDA IL CIELO
Contatti
Mappa

ADUC Associazione Diritti Utenti e Consumatori
ADUC.gif
Chi sono
24/11/2018

Chi sono
24/11/2018

Chi sono
24/11/2018

Perchè Lupo
30/04/2018

Lupetta
28/08/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

LAVORO: tutto quello che.....
01/01/2016

La Mia Africa
20/08/2015

GIALLO MIMOSA - GIALLO DONNA
08/03/2014

GIALLO MIMOSA - GIALLO DONNA
08/03/2014

GIALLO MIMOSA - GIALLO DONNA
08/03/2014

GIALLO MIMOSA - GIALLO DONNA
08/03/2014

GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
08/01/2013

GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
08/01/2013

GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
08/01/2013

GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
08/01/2013

GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
08/01/2013

GOLF: MARE VERDE O MARE BLU?.......
08/01/2013

Pillole di saggezza
06/04/2012

Perchè Lupo
31/03/2012

La Mia Africa
30/03/2012

Perchè Lupo
28/03/2012

TRISTEZZA
30/01/2012

Pillole di saggezza
11/10/2011

NONNI MERAVIGLIOSI
31/10/2010

Pillole di saggezza
19/05/2010

Pillole di saggezza
14/08/2009


ARUBA
boxbar Link ARUBA.gif

INAFRICA
banner_1 INAFRICA.jpg

AYAS
www.varasc.it.jpg

stampa stampa | « vai alla lista

ALKATRAZ DOCET - LEGGE 626 - SICUREZZA E QUANT'ALTRO IN AMBIENTE DI LAVORO -
OBBLIGHI, NON SOLO DOVERI! ...QUI' LE SANZIONI SONO VERAMENTE MOOLTO PESANTI!!!!

Legge 626/94 SALUTE E SICUREZZA.

La salute e sicurezza di ogni lavoratore in tutti i posti di lavoro è obiettivo di fondamentale rilevanza ed attualità, il quale non può che essere affrontato perseguendo nel mutato mercato del lavoro una maggiore e migliore occupazione, che conservi al lavoro la sua caratteristica di fondamentale momento di realizzazione dell'individuo (si pensi alle previsioni di cui agli articoli 1 e 4 della Costituzione) e della sua dignità come uomo.
Tale obiettivo, in piena coerenza con le indicazioni comunitarie, impone alle Amministrazioni, prima
ancora che alle aziende, di sostenere la qualità del lavoro e la sicurezza di ogni lavoratore.
Le divisioni III e VI della Direzione Generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro esercitano competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro, la cui normativa si rinviene essenzialmente nel d.lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive modifiche ed integrazioni.
Tutelare le condizioni di lavoro significa curare ogni aspetto della disciplina del rapporto di lavoro che sia funzionale ad assicurare la salute, la sicurezza e la dignità dei lavoratori. La funzione si sostanzia pertanto nelle seguenti attività:
Tutelare la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro, con l’applicazione della normativa dei profili di sicurezza nell’impiego di macchine, impianti e prodotti industriali e la gestione del fondo speciale infortuni.
Assicurare l’attuazione della normativa relativa a tutti gli istituti che regolano il rapporto di lavoro sia nelle forme riconducibili all’area della subordinazione che a quella dell’autonomia anche in relazione l’attuazione dell’istituto della certificazione dei contratti di lavoro competente sia a livello periferico che centrale.
Curare la disciplina dei diritti sindacali e della tutela della dignità del lavoratore e quella dell'esercizio dell'attività' sindacale nei luoghi di lavoro nonché della rappresentanza e rappresentatività sindacale e coordinamento della contrattazione collettiva e analisi del costo del lavoro anche mediante la tenuta dell'archivio nazionale dei contratti collettivi nazionali di lavoro.
La vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale ha acquisito nuovi e importanti stimoli a seguito del D.Lgs. n. 124/2004, in materia di “Razionalizzazione delle funzioni ispettive in materia di previdenza sociale e di lavoro” che ha peraltro istituito la Direzione generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del lavoro e della previdenza sociale.



ASSASSINII DI MASSA SUL LAVORO

Nel 2006 ci sono stati 1302 morti sul lavoro, 930 mila infortuni, circa 27 mila invalidi. Un costo sociale di 41 miliardi di euro ogni anno. 5/6 tesoretti.
Nel 2007 il numero sarà superato senza problemi. Solo lo scorso 5 novembre sono state assassinate sul lavoro 5 persone. I loro nomi erano Immacolata, Alan, Francesco, Cristiano e Paul.
E’ una guerra che i giornali non raccontano, i che politici ignorano o usano.
Bisogna domandarsi perchè un uomo o una donna decida di lavorare a rischio della sua vita. Non sono mai morti casuali, chi muore sa di affrontare un pericolo. Decide di farlo perchè ha dei figli, per pagare il mutuo della sua casa o semplicemente per sopravvivere. Lo fa perchè ha diritti calpestati, o non li ha affatto, clandestino o precario con una lettera di licenziamento prefirmata, così, se alza la voce, si licenzia da solo.
Ci sono più caduti in Italia in un anno che soldati statunitensi nella guerra in Iraq. Non basta? Dove si vuole arrivare? E perchè nessuno ne fa una battaglia nazionale, da vincere, da combattere fino in fondo senza fare nessun prigioniero?
Chi ci guadagna? Perchè qualcuno ci guadagna di sicuro.
Oggi, domani, per tutta la settimana i media ci satureranno il cervello con la violenza del calcio. Se qualcuno ha sbagliato deve pagare, ma per i morti sul lavoro nessuno si indigna, nessuno carica la polizia, nessuna prima pagina. Il calcio è uno strumento di distrazione di massa. Non fa pensare. E’ come il delitto di Perugia, quello di Garlasco o la Franzoni.
Non c’è altra soluzione per il calcio: va chiuso almeno per un anno. Bisogna fermarsi e riflettere. Occuparsi di cose più serie come la morte per motivi di lucro di 1500 lavoratori all’anno. Lucro perchè la sicurezza costa all’azienda molto di più di una causa per un “incidente” sul lavoro.
Bisogna occuparsi della protesta della signora Maria, madre di un operaio romeno, Bogdan Mihalcea, travolto da un'ondata di piena mentre svolgeva la manutenzione di un condotto sotterraneo Dopo sedici mesi l'inchiesta giudiziaria non ha ancora accertato le responsabilità. Maria protesta davanti al Comune di Torino e alla Smat (l'azienda committente dei lavori poi appaltati e subappaltati alla ditta in cui Bogdan prestava servizio in nero). Se non succederà nulla ha detto che si darà fuoco.




BUFFON SENZA RETE
Mio figlio fà l'aiuto-magazziniere precario. Il suffisso "precario" sta diventando vieppiù pleonastico, mettiamoci d'accordo: omettiamolo d'ora in poi.
Quando citiamo una professione, senza suffisso significa precario, altrimenti pregasi specificare: "costituzionale".
Comunque: mio figlio attacca la mattina alle 6.00 e stacca alle 18.00. 6 giorni su 7, ma in questo Natale anche 7 su 7 fino a metà gennaio. Una volta è caduto da un soppalco traballante alto 5 metri finendo su un imballo con dentro un frigorifero. Non si è fatto quasi niente, a parte una spalla lussata e un dito sanguinante, ma il suo capo non gli ha chiesto se stava bene, gli ha solo detto "adesso i danni li paghi tu e te li detraggo dalla busta paga se no ti cerchi un altro posto". Ebbene si, il frigo s'era ammaccato e il capo di mio figlio dirige una cooperativa particolarmente benefica.
Terrorismo, ecco cos'è. Alla ThyssenKrupp, come alla cooperativa di mio figlio.
Ho faticato non poco per impedire a me stesso di recarmi sul posto, il giorno dopo, in compagnia di un'ascia affilata. E ho sbagliato a desistere, solo ora me ne rendo conto: pensate che effetto leggere sui giornali titoli a tutta pagina:
"Genitore incazzato fà a pezzi il datore di lavoro del figlio"; sottotitolo: aveva minacciato di licenziarlo dopo che, in seguito a una caduta sul posto di lavoro, il ragazzo aveva danneggiato un elettrodomestico.
Sarebbe stato un incentivo notevole in vista di una insurrezione di massa del popolo dei precari.
Oggi mi tocca leggere Napolitano che dice che esistono «interessi corporativi» che bloccano il Paese e cita i taxisti come esempio.
Sono confuso; io non so più quanto, di questa presa per il culo che subiamo dalla classe politica, lo devo addebitare alla malafede, quanto all'ignoranza, quanto all'inettitudine, quanto agli interessi di casta, quanto all'arroganza insita nel potere e quanto al rimbambimento senile...di una cosa sono sicuro: sono loro i veri terroristi.






 


top 

Altri Link

SOLE 24 ORE
LOGO SOLE24H.gif

SINDACARE.gif
ASSICURAZIONE AUTO-MOTO GENIALLOYD
GENIALLOYD LOGO.jpg

MOBBING?
NO GRAZIE!
Alt.gif
FORZE DELL'ORDINE
FORZE DELL'ORDINE LOGO.jpg
LA NOTIZIA? E CHE NOTIZIA!.....MAI SOTTOVALUTARNE I MEZZI....E I RISULTATI......
GABIBBO.jpg

POLIZIA DI STATO
POLIZIA DI STATO logo.gif

TUTTO QUELLO CHE NON PENSAVI....MENTRE PARLI.......
SILENZIO 2.jpg

CUOREDILUPO giessea.com

**N.B. Testi ed immagini di questo sito sono tutte di esclusiva proprietà intellettuale dell'Autore e quindi protetti e tutelati dalle normative vigenti sul diritto d'autore e Copyrigth ©, conseguentemente ogni riproduzione, traduzione e adattamento sono proibiti senza l'espressa autorizzazione dello stesso. Pur vero che alcune immagini e testi non sono riconducibili all'autore, in quanto il materiale in rete è vastissimo ed in molti casi risulta impossibile risalire alla fonte. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale secondo le normative vigenti. L’autore non è responsabile di eventuali errori di sistema, né del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti sono tratti dalla rete e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo e saranno immediatamente sistemati o rimossi. Scontato avviso che immagini e testi ove non espressamente dichiarato, sono reperite nel Web, quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo educatamente, e si provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato. AVVERTENZA IMPORTANTE: esposizioni accurate ed incisive potrebbero sembrare reali, tuttavia i nomi, i personaggi, i luoghi, e gli eventi descritti, in alcuni casi sono del tutto immaginari ed ogni somiglianza con persone vive o defunte, nonchè avvenimenti realmente accaduti o ambienti esistenti è puramente casuale. Un utilizzo improprio da parte di terzi del contenuto di questo sito non rende l'autore responsabile di eventuali illeciti. (Come da normative vigenti). Grazie.